Crea sito

Ariete.

I nati sotto il segno dell’Ariete, io medesima, sono energici, coraggiosi e intraprendenti. Il segno è governato da Marte ed è un segno di fuoco, il suo opposto è la Bilancia. Hanno una grande carica vitale, indipendenti e inclini alla competizione. Marte li rende guerrieri, combattenti e sono sempre pronti ad affrontare nuove sfide, si risollevano velocemente dopo un ostacolo.

Appassionati, sinceri e ottimisti, i nati sotto questo segno (dal 21 marzo al 20 aprile) sono anche collerici e la loro energia inesauribile spesso stanca chi gli sta attorno.

  • Colore del segno: Rosso
  • Pietra porta fortuna: Diaspro rosso
  • Giorno fortunato: Martedì
  • Numero: Otto
  • Fiore: Violetta

Tarocchi…

La prima carta degli Arcani Maggiori, contrassegnata dal numero I. Proprio come l’Ariete, il Mago rappresenta una persona dalla personalità riservata, ma energica, giovane e intelligente. In una stesa, rappresenta il trionfo, il rinnovamento, evoluzione di una situazione professionale o sentimentale. Tuttavia, può anche preannunciare difficoltà, ostacoli, o la presenza nella tua vita di una persona che cerca di manipolarti e approfittare della tua bontà. 

Qual è il significato del Mago in una stesa di Tarocchi:

  • Positivo: Vitalità, forza, vigore, grandi capacità intellettuali.
  • Negativo: Debolezza fisica, difficoltà e incertezze  

Nell’astrologia esoterica il segno dell’Ariete è il simbolo dell’inizio, quello che avvia le cose e le origina. Per questo motivo il segno dell’Ariete viene paragonato alla nascita. Inoltre, essendo anche il primo segno dello zodiaco è anche paragonato alla Primavera che ha inizio quando arriva l’equinozio.

Costellazione…

L’Ariete (in latino Aries, simbolo: ♈) si trova tra i Pesci a ovest e il Toro a est ed è una figura caratteristica dei cieli autunnali boreali. Da essa prende il nome il Primo Punto d’Ariete, ossia l’intersezione fra l’equatore celeste e l’eclittica in direzione nord; si tratta del punto in cui si osserva il Sole il giorno dell’equinozio di primavera boreale ed è considerato il grado 0 dell’eclittica.

Dalle dimensioni contenute si individua a Ovest delle Pleiadi e a Nord della grande costellazione della Balena.

Mitologia

La costellazione dell’Ariete è legata alla mitologia greca, ma prima di questo popolo anche gli egizi ne avevano fatto un culto. Associavano la posizione delle stelle a quando sorgeva Sirio, correlata alle periodiche e provvidenziali alluvioni del Nilo.

Il limo rilasciato dagli straripamenti del fiume era vita per le popolazioni che vivevano lungo le rive, rendendo estremamente fertile un terreno altrimenti secco e improduttivo.

Il mito egizio della costellazione dell’Ariete si può riconoscere anche nella via trionfale del sito archeologico di Karnak, ai lati della quale sono presenti una serie di sfingi raffigurate proprio con la testa di un’ariete. Il viale conduceva al poderoso tempio di Amon-ra dio supremo del sole, venerato all’interno del tempio egizio. Proprio Amon-ra era raffigurato con le corna dell’ariete posto su una barca in trionfo.

“Atamante, era re di Orcomeno, in Beozia e aveva sposato la dea delle nubi, Nefèle, da cui ebbe due figli: Frisso ed Elle. Alcuni anni dopo il re si innamorò di una mortale, Ino, figlia di Cadmo e di Armonia e, ripudiata la prima moglie, la sposò. Nefèle tornò in cielo, e da quel momento la maledizione cadde sulla casa di Adamanto. Dalla seconda moglie, il re ebbe due figli, Learco e Melicerte; i figli della prima moglie vennero trascurati e maltrattati dalla matrigna, la quale arrivò al punto di desiderare la loro morte.Approfittando di una carestia, convinse il re che i due giovani dovevano essere sacrificati agli dei, per cessare la grande carestia. Nel momento del sacrificio accorse Nefèle, che avvolse i due figli in una nube, sottraendoli agli sguardi della gente e li fece salire su un montone dal vello d’oro, e cosa straordinaria il montone poteva anche volare. In tal modo Frisso ed Elle furono salvati. La cattiveria di Atamanto e di Ino, fu punita, infatti impazzirono a tal punto che il re uccise il figlio Learco, scacciato poi dal trono morì miseramente in Tessaglia; Ino si gettò in mare, tenendo tra le braccia il figlio Melicerte e furono tramutati dagli dei in divinità marine.Intanto il montone dal vello d’oro, con in groppa Frisso e sua sorella Elle, si recò in Colchide, nella località che ora si chiama Mar Nero. Durante la traversata, Elle perse l’equilibrio e cadde in mare nel punto che è tra la Tracia e la Troade, e che in suo onore è chiamata Ellesponto, cioè “mare di Elle”. Frisso, appena messo piede a terra, sacrificò il montone e prese con sè il prezioso Vello d’oro, lo portò in regalo al re del paese, Eete ordinò che il vello d’oro fosse appeso a un faggio nel bosco sacro ad , figlio di Helios e fratello della maga Circe. EeteAres, a guardia del quale fu posto un terribile drago che vegliava sul tesoro giorno e notte. ”     

Personaggi famosi dell’Ariete

François Villon (8 aprile 1431) – Poeta francese
Leonardo da Vinci (15 aprile 1452) – Pittore, scultore, architetto, ingegnere, matematico, anatomista, musicista e inventore italiano
Raffaello Sanzio (27 marzo 1483) – Pittore e architetto italiano
Urbano VIII (Maffeo Barberini) (5 aprile 1568) – Papa della Chiesa cattolica
Thomas Hobbes (5 aprile 1588) – Filosofo inglese
Cartesio (René Descartes) (31 marzo 1596) – Filosofo e matematico francese
Johann Sebastian Bach (21 marzo 1685) – Compositore e organista tedesco
Giacomo Casanova (2 aprile 1725) – Scrittore, avventuriero e diplomatico veneziano
Franz Joseph Haydn (31 marzo 1732) – Compositore austriaco
Carlo Magno (2 aprile 1742) – Re dei Franchi e dei Longobardi e Imperatore del Sacro Romano Impero
Thomas Jefferson (13 aprile 1743) – 3° presidente degli Stati Uniti d’Amerca
Maria Malibran (Maria Felicia García) (24 marzo 1808) – Cantante lirica mezzosoprano francese
Otto von Bismarck (1 aprile 1815) – Fondatore e primo cancelliere dell’Impero Germanico
Émile Zola (2 aprile 1840) – Giornalista e scrittore francese
Vincent van Gogh (30 marzo 1853) – Pittore olandese
Arturo Toscanini (25 marzo 1867) – Direttore d’orchestra italiano
Edmond Rostand (1 aprile 1868) – Poeta e autore drammatico francese (autore del Cyrano de Bergerac)
Luigi Einaudi (24 marzo 1874) – 2° presidente della Repubblica italiano
Harry Houdini (Ehrich Weisz) (24 marzo 1874) – Illusionista e attore americano
Béla Bartók (25 marzo 1881) – Compositore e pianista ungherese
Alcide De Gasperi (3 aprile 1881) – Statista e uomo politico italiano
Charlie Chaplin (16 aprile 1889) – Attore, sceneggiatore, produttore e compositore inglese
Sergej Prokof’ev (11 aprile 1891) – Compositore ucraino
Erich Fromm (23 marzo 1900) – Psicoanalista, sociologo e scrittore tedesco
Samuel Beckett (13 aprile 1906) – Drammaturgo, scrittore e poeta irlandese
Bette Davis (Ruth Elizabeth Davis) (5 aprile 1908) – Attrice americana
Herbert von Karajan (5 aprile 1908) – Direttore d’orchestra austriaco
Akira Kurosawa (23 marzo 1910) – Regista, sceneggiatore e produttore giapponese
Joseph Barbera (Hanna & Barbera) (24 marzo 1911) – Registra, produttore e autore di cartoni animati
Pietro Ingrao (30 marzo 1915) – Giornalista e uomo politico italiano
Gregory Peck (5 aprile 1916) – Attore americano
William Holden (17 aprile 1918) – Attore americano
Nilla Pizzi (Adionilla Pizzi) (16 aprile 1919) – Cantante italiana
Luciano Tajoli (17 aprile 1920) – Cantante e attore italiano
Nino Manfredi (Saturnino Manfredi) (22 marzo 1921) – Attore, regista, sceneggiatore e cantante italiano
Franco Corelli (8 aprile 1921) – Cantante lirico italiano
Ugo Tognazzi (23 marzo 1922) – Attore, regista e sceneggiatore italiano
Marlon Brando (3 aprile 1924) – Attore americano
Eugenio Scalfari (6 aprile 1924) – Giornalista e scrittore italiano
Stanley Donen (13 aprile 1924) – Regista e coreografo americano
Dario Fo (24 marzo 1926) – Scrittore, scenografo e drammaturgo italiano
Tina Anselmi (25 marzo 1927) – Donna politica italiana
Mstislav Rostropovic (27 marzo 1927) – Violoncellista e direttore d’orchestra russo
Ferenc Puskás (2 aprile 1927) – Calciatore ungherese
Benedetto XVI (Joseph Ratzinger) (16 aprile 1927) – Papa della Chiesa cattolica
Oreste Lionello (18 aprile 1927) – Attore teatrale, cabarettista e doppiatore italiano
Milan Kundera (1 aprile 1929) – Scrittore e saggista ceco natur. Francese
Steve McQueen (Terence Steven McQueen) (24 marzo 1930) – Attore americano
Helmut Kohl (3 aprile 1930) – Statista e uomo politico tedesco
Folco Quilici (9 aprile 1930) – Scrittore e regista italiano
Francesco Saverio Borrelli (12 aprile 1930) – Magistrato italiano
Wilma De Angelis (8 aprile 1931) – Cantante e conduttrice televisiva italiana
Gianfranco Funari (21 marzo 1932) – Conduttore televisivo italiano
Anthony Perkins (4 aprile 1932) – Attore, sceneggiatore e regista americano
Andrej Tarkovskij (4 aprile 1932) – Attore e regista russo
Omar Sharif (Michael D. Shalhoub) (10 aprile 1932) – Attore egiziano
Jean-Paul Belmondo (9 aprile 1933) – Attore francese
Richard Chamberlain (George Richard Chamberlain) (31 marzo 1934) – Attore americano
Carlo Rubbia (31 marzo 1934) – Fisico italiano
Mario Merola (6 aprile 1934) – Attore e cantante italiano
Lea Pericoli (22 marzo 1935) – Tennista italiana
Fred Bongusto (Alfredo Buongusto) (6 aprile 1935) – Cantautore italiano
Gianni Letta (15 aprile 1935) – Giornalista e uomo politico italiano
Mario Vargas Llosa (28 marzo 1936) – Scrittore, giornalista e politico peruviano
Luigi Tenco (21 marzo 1938) – Cantautore italiano
Claudia Cardinale (Claude J. R. Cardinale) (15 aprile 1938) – Attrice italiana
Terence Hill (Mario Girotti) (29 marzo 1939) – Attore e regista italiano

Sara Valentino

Fonti: ARIETE | Carattere, affinità, pregi e difetti del segno dell’Ariete (ilgiardinodegliilluminati.it); Caratteristiche dell’Ariete: personalità, pregi e difetti (astrocenter.it); Wikipedia; (osr.org); Personaggi famosi dell’Ariete (lavocedellestelle.com);(by http://mitologiagreca.blogspot.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.