GIOCO CRUDELE da MISERI RESTI SEPOLTI, raccolta horror. Miriam Palombi DZ edizioni

#aspettandohalloween con un racconto tratto da “Miseri Resti Sepolti” di Miriam Palombi

Ti guardi allo specchio. Con le dita umide di saliva ti sistemi i capelli sulla fronte. Il tuo viso pallido emerge dall’oscurità. Gli zigomi pronunciati, il naso affilato e le profonde occhiaie bluastre ti fanno sembrare una spaventosa testa di morto. Indossi il tuo costume, quella specie di sudario che ti ricoprirà dalla testa ai piedi. La stoffa un po’ ingiallita ti scivola sotto il palmo delle mani. È la notte di Halloween.

*

«Non credo sia il caso, non questa notte… dopo Samuele», disse Marco lamentoso.
«‘Dopo Samuele’… cosa? Ti farò vedere che non c’è nulla da aver paura.» Leo alzò la voce.
«Addio dolcetti.» Sandro si afferrò l’addome grassoccio con entrambe le mani.
Leo prese la tavola di legno con le lettere dipinte. Con il palmo della mano tolse lo strato di polvere leggera. I caratteri sbiaditi ora sembrarono più evidenti.
«C’è qualcuno qui con noi?» Il bicchierino rimase immobile.
Tra loro apparve una sagoma bianca. Sotto il tessuto teso era possibile scorgere una fisionomia dal busto tozzo e dalle spalle spioventi. Il capo saldo sul collo.
La stoffa scivolò via. I capelli neri che cingevano quel volto emaciato erano scomposti a mostrare la fronte. C’era una ferita dai contorni slabbrati da cui nasceva un rivolo di liquido rosso. Samuele infilò un dito nella sua carne molle e scivolosa, penetrando in profondità.
«Sono tornato. Ora dobbiamo finire il nostro gioco.»

*

Un anno prima

Il tuo corpo rotola all’indietro. Il colpo sulla fronte ti ha quasi tramortito.
Quando tocchi l’acqua gelida del torrente, alimentato dalle prime piogge d’autunno, annaspi mentre qualcosa di liquido si sostituisce all’aria nei polmoni.
Ora puoi chiudere gli occhi e dormire. Sai che tornerai per finire quel gioco crudele.

Precedente Tuscanialibri. Salone libro editori. Palazzo Fani 1-3 novembre 2019. Prima edizione Successivo Le confessioni dei Borgia di Alyssa Palombo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.