Introduzione mezzi anfibi, speciali e Schwimmwagen anfibio tedesco seconda guerra mondiale

a cura di Simone Gervasi 

Ciao a tutti cari/e septem literary, con l’articolo di oggi, facendo sempre riferimento al saggio storico militare le armi che hanno cambiato la seconda guerra mondiale di Marco Lucchetti, andremo a parlare in primis di che cosa sono i carri speciali, i mezzi anfibi e poi successivamente parleremo della Schwimmwagen.
Inoltre vi lascio tutti i vari link di video in fondo all’articolo.
Durante il secondo conflitto mondiale, molti scafi di carri armati, vennero impegnati come mezzi speciali.
Per mezzo speciale si intende un mezzo idoneo a svolgere compiti speciali, i quali sono: sminatori, stendi fascine, posa cavi telefonici, lanciafiamme, ponte mobile, officina mobile, ponte radio, stazione radiofonica, porta munizioni e rimorchio.
In particolare gli americani e inglesi furono quelli che si sbizzarrirono più di tutti a pensare i più improbabili mezzi dell’epoca e lo scafo più utilizzato fu quello del carro armato medio statunitense, medium tank m4 Sherman.
Inoltre durante la seconda guerra mondiale vennero utilizzati i primi mezzi anfibi.
Per mezzo anfibio si intende un mezzo che può essere impiegato sia come natante (mezzo adibito al galleggiamento) che come mezzo terrestre.
(esempio: un mezzo che sta percorrendo un fiume, il cui terreno è irregolare, pieno di massi e ciottoli, arriva in un punto in cui deve guadare un fiume.
Il mezzo si predispone per la manovra e una volta guadato il fiume, ritorna sull’altra sponda ed ecco quindi un esempio di mezzo anfibio).
Però bisogna fare due distinzioni di mezzi anfibi.
Il primo tipo è un mezzo anfibio progettato, studiato e capace di affrontare le acque di un mare o fiume in qualsiasi condizioni estreme o di calma.
Invece il secondo tipo di mezzo anfibio sono quelli derivati dai mezzi terrestri in grado di operare in acque calme e quando le condizioni delle acque iniziano a peggiorare, questi mezzi cominciano a essere in pericolo di ribaltarsi e di affondare.
I veicoli anfibi furono sviluppati soprattutto dagli Stati Uniti che ne fecero un largo uso nelle campagne militari alleate, esempio il D-Day (Operazione Overlord) e anche nel Pacifico durante la guerra contro L’impero Giapponese.
Addirittura come ho detto prima, gli Stati Uniti usavano il famoso Medium tank m4 SHerman, il DUKW e l’AMTRAC .
L’impiego tattico di questi due veicoli (DUKW e AMTRAC) differiva dal fatto che, il DUKW era un mezzo con ruote in grado di muoversi in acqua, invece l’AMTRAC era in grado di navigare in acque mosse e di sbarcare materiali, truppe, munizioni e altro sulle coste.
Dopo aver spiegato la differenza tra mezzi anfibi e speciali, incominciamo a parlare del mezzo anfibio tedesco Schwimmwagen.
La Volkswagen Schwimmwagen era un fuoristrada anfibio a quattro ruote motrici, adibito al trasporto leggero, realizzato sullo chassis della Kubelwagen, dotato di un motore a benzina a 4 cilindri raffreddato ad aria, trazione integrale 4×4 con pneumatici speciali, lunga 3,82 m, larga 1,48 m, alta 1,61 m, peso di 910 Kg, raggiungeva una velocità massima su strada di 80 KM/H e di 11 KM/H in acqua.
Inoltre poteva portare 4 uomini, equipaggiata anche con una MG34 in funzione contraerea e contro la fanteria nemica, l’auto era dotata di un parabrezza reclinabile e capote pieghevole.
La Schwimmwagen aveva una carrozzeria saldata a forma di vasca da bagno, o ciambella, i cassoni di galleggiamento erano posizionati anteriormente e posteriormente, sulla parte posteriore era presente un’elica intubata fuoribordo da utilizzare durante la manovra di guado.
Essendo comunque un mezzo anfibio derivato da uno terrestre, bisognava stare molto attenti a non impiegare questo mezzo in acque movimentate o estreme.
La produzione di questo mezzo anfibio incominciò nel 1940, come veicolo leggero per le truppe aviotrasportate, la quale divenne l’auto anfibia più costruita nella storia e infatti si arrivò addirittura a una produzione di 14.625 esemplari.

La Schwimmwagen venne costruita negli stabilimenti della Volkswagen di Fallersleben/Wolfsburg e Porsche di Stoccarda.
Infine la produzione terminò nel 1944 a causa della mancanza di materie prime.
Come sempre cari/e septem spero che l’articolo vi sia piaciuto, io personalmente non conoscevo questo mezzo e quando ne sono venuto a conoscenza sono rimasto colpito dal l’ingegnosità di questo.
Come dico a tutti sempre, Buona giornata e alla prossima!

Fonti:le armi che hanno cambiato la seconda guerra mondiale scritto da Marco Lucchetti e alcune fonti tecniche le ho prese da WIkipedia.
Link vari di video:

– https://www.youtube.com/watch?v=_lXV3p_c5PU&t=41s ——-> canale youtube in cui ci fa vedere le difficoltà dovute alle manovre di guado e Schwimmwagen in azione
– https://www.youtube.com/watch?v=h9m1YB2FL-A&t=135s ——> video d’epoca originale in cui fa vedere l’uso, la manutenzione della Schwimmwagen
– https://www.youtube.com/watch?v=25kt4XVU65w&t=128s ——–> video di un canale su youtube di un raduno di Scwimmwagen e del loro utilizzo
– https://www.youtube.com/watch?v=6B-M0z9TCSU ——> canale su youtube in cui vengono mostrate le buone qualità per quanto riguarda la mobilità a muoversi su terreno vario della Schwimmwagen
– https://www.youtube.com/watch?v=x2BL5bcXfYM —–> canale su youtube di una Schwimmwagen in azione nel fango

 

 

Precedente Stregoneria: crimine femminile. Il caso di Donna Prudentia, la Lamia di Blera, e altre streghe di Monia Montechiarini Successivo I giorni del ferro e del sangue di Santi Laganà

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.