Io sono niente: Storia di un vampiro partigiano di Laura Radiconcini

Questa è la storia del giovane paracadutista americano Matthew Roberts, vampiro e partigiano mandato dai servizi segreti militari sull’Appennino bolognese nel 1943.Durante la sua missione Matthew, viene aiutato e nascosto per qualche tempo dalla Resistenza in un casolare in mezzo alla campagna dove abita una ragazza che cela un pericoloso segreto. Pur schiacciati dalla paura e dall’orrore della guerra, l’amore si fa strada nel cuore dei due giovani che s’innamorano perdutamente. Ma il destino mischia le carte e mentre Matthew tenta di ritornare al suo battaglione per raggiungere Anzio, due vampiri lo aggrediscono trasformandolo in uno di loro: furioso, disperato e assetato di sangue.Dovrà rassegnarsi a essere un mostro o riuscirà a riconquistare parte dell’umanità perduta? E se ritroverà la donna che ama, saprà trattenersi dall’ucciderla?

La passione di Laura Radiconcini per i vampiri risale all’adolescenza. Dracula è stato il suo primo amore, poi abbandonato per la sua intrinseca malvagità senza speranza di redenzione. Tuttavia da allora il mito dei vampiri in letteratura si è evoluto, presentando ai lettori creature immortali non più solo mostruose ma anche capaci di scelte etiche, i redimersi e, sì, anche di amore. Dall’entusiasmo per tali nuove caratteristiche nasce Io sono niente in cui la trama soprannaturale si mischia a quella storica in parte ispirata alle memorie della sua famiglia.

Copertina flessibile: 219 pagine
Editore: Oakmond Publishing (15 marzo 2019)
Lingua: Italiano
ISBN-10: 3962071024
ISBN-13: 978-3962071028

Recensione a cura di Simone Gervasi 

Il romanzo è incentrato principalmente nel periodo della seconda guerra mondiale.
Una volta avvenuto lo sbarco ad Anzio nel 1943, le forze alleate incominciarono a risalire lentamente e faticosamente, l’Italia.
Conquistata Napoli e Salerno Matthew viene richiamato dal comandante in campo.
Appena arrivati nella tenda del comandante, questo gli spiega che dovrebbe partire per una missione segretissima sull’Avellino.
Matthew parte e una volta lanciatosi sull’obiettivo incontra una famiglia di partigiani, anche conosciuta come la famiglia Morelli.
Successivamente incomincia a condurre una vita fatta di campagna e continui spostamenti insieme a questo gruppo di partigiani.
Si innamora di una donna partigiana di nome Dina, con la quale fa l’amore e una volta passati vari mesi, il nostro Matthew deve ripartire e tornare sul fronte, ma purtroppo viene attaccato da alcuni uomini, che in maniera del tutto misteriosa lo fanno diventare un vampiro.
Il nostro personaggio una volta diventato vampiro dovrà imparare a controllare se stesso.
Matthew diventerà una perfetta macchina da guerra contro il nazismo, qualcosa che nemmeno la mente malata dei nazisti stessi poteva partorire, cioè un vampiro soldato.
In conclusione il romanzo l’ho trovato davvero molto interessante.

Consiglio di leggerlo in quanto si tratta di un romanzo intrigante che ti colpisce al primo colpo!
Buona lettura a tutti!

Precedente Scudi, bandiere e altre storie nel Palazzo Vecchio a Firenze. gli stemmi e le bandiere Successivo Terra bruciata. Le streghe, il boia e il diavolo di Gerry Mottis

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.