Le impressioni di Berthe – Stella Stollo

Trama.

Un romanzo ispirato alla vita della pittrice Berthe Morisot, la “maga dell’Impressionismo”. Nel marzo del 1896, a un anno esatto dalla morte di Berthe Morisot, viene organizzata la prima retrospettiva a lei dedicata, con 394 opere tra dipinti e disegni, dal gallerista Durand-Ruel. Per tre giorni gli amici più cari di Berthe, Renoir, Degas, Monet e Mallarmé, affiancati da Julie e da Edma, rispettivamente la figlia e la sorella della pittrice, lavorano senza posa per allestire l’esposizione. Mentre gli artisti discutono animatamente, in disaccordo sulla sistemazione ideale delle opere nelle sale della galleria l’attenzione di Julie viene attratta da alcuni quadri; rivive cosi la storia professionale e personale di Berthe, a cominciare dal suo primo incontro col grande artista Edouard Manet e dalla loro reciproca passione, fino al matrimonio della donna con Eugene, fratello del pittore.

Copertina flessibile: 297 pagine
Editore: Graphofeel (29 novembre 2018)
Collana: Intuizioni
Lingua: Italiano
ISBN-10: 889738191X
ISBN-13: 978-8897381914
Peso di spedizione: 422 g

Link d’acquisto: Le impressioni di Berthe

a cura di Fabiana Farina

Lasciatemi iniziare con queste parole, con queste due scuole di pensiero diametralmente opposte. Una è tratta da un articolo dell’epoca pubblicato su Le Figaro e l’altra sono le parole a lei dedicate dallo scrittore irlandese George Moore, suo contemporaneo.

“cinque o sei alienati, fra cui una donna, un gruppo di sventurati preso dalla follia dell’ambizione…Questi sedicenti artisti si definiscono gli intransigenti, gli impressionisti, prendono tele, colori e pennelli, buttano giù qualche tono a casaccio e firmano il risultato”
(Le Figaro, 1876)

“Soltanto una donna ebbe la capacità di creare uno stile, è quella donna fu Berthe Morisot. I suoi quadri sono le uniche opere che non potrebbero essere distrutte senza creare un vuoto, uno iato nella storia dell’arte.”
George Moore

Ebbene, a questo punto sarebbe sufficiente dirvi che questo libro è la vita romanzata di Berthe Morisot Manet e fermarmi qui, ma a quanto pare non basta, perché spesso, come succede nella Storia, ciò che ha a che fare con le donne viene sistematicamente offuscato o addirittura cancellato ma alcune di queste donne sono arrivate ai nostri giorni, molte purtroppo con la nomea “era l’amante di” oppure come per questo caso specifico “fu la musa ispiratrice di Edoard Manet”.
Ma grazie alla maestria di Stella Stollo e alla sua scrittura deliziosa questa talentuossisima artista fa capolino dai libri di storia gridando che lei fu molto di più, fu una grandissima impressionista, che non aveva nulla da invidiare ai suoi colleghi maschi anzi, che gli stessi colleghi nutrivano per lei un rispetto tanto profondo da essere considerato una specie di venerazione.
La trama del libro si svolge durante l’allestimento per la mostra tributo a lei dedicata nella galleria Durand-Ruel a un’anno della sua morte.

“Si, voglio che venga ricordata come “maga d’arte”, non come “modella di Manet”. Non dovrà essere per la gente solo e per sempre la ragazza sul Balcone.”

A questo allestimento partecipano tutti i grandi esponenti dell’impressionismo oltre a grandissimi scrittori e musicisti dell’epoca e ovviamente sua figlia Julie, alla quale i protagonisti raccontano, condividendo con lei ricordi, pensieri, aneddoti, idee, litigi che hanno avuto tra di loro con l’omaggiata.

“Se non sei un maschietto, devi accontentarti del giardino di casa, anche lì si possono effettuare studi sulla luce e sul colore. Dentro ai confini del giardino, come se addice alle signorine di buona famiglia.
Sei fortunata ad abitare sulla collina del Trocadero, in una casa tanto graziosa, con un giardino dal quale puoi guardare Parigi srotolarsi dolcemente sotto i tuoi occhi, come uno strabiliante disegno: la macchia verde dei vigneti di Montmartre sulla sinistra e, di fronte, le mille variazioni di grigio nell’ardesia dei tetti, l’oro che si sfuma di cupola in cupola, di torre in torre, fino ad illuminare di giallo il nastro bronzo della Senna che si stende pigramente oltre ke possenti guglie di Notre-Dame. Guardare. Solo guardare e sognare. Sognare di prendere cavalletto e materiale e di percorrere quelle strade in discesa verso il fiume, facendo tuoi gli angoli più suggestivi. Tutto restando tra le mura di casa.”

Di questo romanzo ci s’innamora dalle prime pagine, si respira l’amore che ha l’autrice per l’arte e non si limita a farci vedere solo uno spaccato di vita della fine dell’800, Stella Stollo fa di più, ci prende per mano e grazie alla sua scrittura ci fa vivere nella Parigi dell’impressionismo.

“verde come i tuoi occhi. Verdi per farmi perdonare dai tuoi occhi la mia ostinazione nel volerli dipingere neri. In questo quadro userò molto verde.”

E come nell’impressionismo questo libro è un percorso di sensazioni, diventa una tavolozza di colori, si vive il malva di Monet, il nero di Manet, il bianco riflettente della Morisot, il violetto… Si sentono i rumori del dietro alle quinte o la musica del pianoforte durante le lezioni di danza di Degas, addirittura si percepisce il profumo dell’erba dei pittori “in plein air”.
Ci si addentra nella tormentata storia di amore tra Berthe e Edoard, nella gioia per la nascita di Julie, e nella angoscia per la perdita del marito.
È una continua scoperta non solo dal periodo storico ma anche dei personaggi che hanno fatto immenso questo movimento artistico.
È un libro che va letto ma soprattutto vissuto.

“Intendo mandare un messaggio al pubblico femminile: l’emancipazione si conquista soprattutto attraverso i libri e la cultura.”

Grazie alla lettura di questo romanzo ho scoperto la vita e il talento di questa magnifica donna che ha lottato per tutta la sua vita contro i canoni della società riuscendo a ritagliarsi un piccolo posto nella storia e un grandissimo posto speciale per me.

Precedente LA SOCIETÀ GENTILIZIA NELL’ITALIA ANTICA TRA REALTÀ E MITO STORIOGRAFICO Successivo Tergeste Anno Domini 1388 -Triscoli Edoardo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.