Macchia – Fabio Cosio

Trama

Incastonato tra le montagne piemontesi, sulle rive di un lago e circondato da maestosi boschi, sorge Zemello, un piccolo paese dove, per ammissione degli stessi abitanti, “non succede mai niente”.
Zemello, grazie agli splendidi paesaggi, alla diga, alla chiesetta in legno bianco che si rispecchia sulle acque del lago, potrebbe diventare meta di escursionisti e amanti della natura ma tutto ciò si scontra con la mentalità chiusa del sindaco e di ampia parte della popolazione, che arriva a inventarsi un pericoloso orso pur di evitare di vedere gente girare per il paese.
Isolata dal resto delle abitazioni, sul dorso della montagna, c’è una casa in cui abitano due coppie omosessuali. Si tratta di Carlo, un geologo, con il marito Luigi e la poliziotta Rita con la moglie Mia. Si fanno chiamare “le Finocchie”, per combattere con l’ironia le malelingue del paese. E sono proprio loro ad allearsi con Alice e Gianni, due diciassettenni intenzionati a costruirsi un futuro migliore. Insieme, programmano la candidatura di Alice a sindaco, per cambiare la mentalità del paese.
Quando tra i boschi viene avvistato un randagio, il sindaco organizza una caccia clandestina. Sono Alice e Gianni a imbattersi per primi nel cane. Lo chiamano Macchia, per le strane chiazze grigie che gli costellano il muso; cercano di metterlo in salvo, scoprendo che ha poteri speciali: può curare istantaneamente qualsiasi ferita.
Improvvisamente una tempesta si abbatte sul paese, isolandolo dal resto del mondo; strane creature iniziano ad aggirarsi tra le case mentre qualcosa di oscuro, proveniente dalla notte dei tempi, si nasconde pronto a svegliarsi e distruggere il mondo.
Gianni e Alice, con l’aiuto di Rita e di uno strano guerriero in armatura, si ritrovano a combattere qualcosa di più grande di loro, qualcosa che nessuna arma sul pianeta è in grado di distruggere.
Ma per fortuna al loro fianco c’è Macchia.Macchia…

Formato: Kindle e cartaceo 

Dimensioni file: 1806 KB

Lunghezza stampa: 236

Venduto da: Amazon Media EU S.à r.l.

Lingua: Italiano

ASIN: B07LC561KR

Fabio Cosio, grafico nato a Venaria Reale, inizia a scrivere il suo primo romanzo “Penitenziagite” nel 2011, un romanzo sulla figura di Fra Dolcino, che viene pubblicato nel 2016, al quale ne seguiranno altri.

Ma c’è una storia sepolta in un cassetto, una storia che vuole essere raccontata e così è stato per questo libro! Macchia ha davvero preso vita tra le sue pagine.

Un piccolo paese del piemonte, Zemello, con i suoi abitanti chiusi tra le montagne e chiusi allo stesso modo nelle loro abitudini. Non amano i diversi, come lo sono le coppie di omosessuali che incontriamo nella lettura, non amano i “forestieri”, vogliono restare chiusi nella loro quotidianità che li rende al sicuro, senza aprirsi al mondo. Per usare le parole dell’autore “per chi abita in un paesello sperduto, chiunque è immigrato”.

Il destino è imprevedibile e maestro di vita, anche se questa è una storia fantastica, non possiamo che immaginare come il fato abbia voluto mandare a Zemello una lezione, una lezione di vita.

“Macchia”, un romanzo che prende il nome da un cane randagio, che due diciassettenni alle prese con adulti retrogradi e con la voglia di creare un mondo, un paese migliore, si trovano a salvare.

O sarà lei a salvare loro? Macchia è un cane speciale, lo si legge nei suoi occhi, puri!

L’autore ci descrive queste valli come dipinti a olio su tela, facendoci sentire la freschezza dei ruscelli e vedere il verde dei pini nei boschi fitti e sullo sfondo un lago e una chiesetta bianca.

“In quei punti aveva creato piccole insenature, protuberanze sulle quali erano soliti andare a pescare gli abitanti del paese. Risalendo verso nord, la vegetazione dominava, con boschi di abeti talmente fitti che pareva volessero creare un muro…”

L’allegra combriccola, pur strana nell’essersi legata così, decide di cambiare le cose a Zemello, ma un giorno, un infausto giorno, qualcosa di incontrollabile accade!

Il paese è apparentemente isolato, perchè? e “cosa” sono quelle strane creature venute da chissà dove?

I nostri amici, con Macchia e un gigante buono al loro fianco, avranno il loro da fare per salvare gli abitanti del paese. Curiosamente, incredibilmente, ma non troppo, l’animo umano di alcuni rimane sempre sopito e nemmeno le difficoltà riescono a fare breccia nei cuori di pietra.

“cosa serve vivere in eterno senza avere un istante da ricordare?”

Già cosa serve? Un messaggio davvero profondo, che ci ricorda quanto sia effimera la vita, e quanto invece siano importanti i sentimenti.

“Macchia” è un libro che scorre veloce, con alcune scene forti, ma che l’autore addolcisce sempre con la sua penna delicata regalando anche a un fantasy/horror tante emozioni.

Macchia è un cane che vi resterà nel cuore..


Sara Valentino

 

Precedente Marzia Astorino autrice di "Dietro le apparenze" e "Legami indissolubili" Successivo Wilbur Smith - L'ultimo faraone

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.