Segnalazione dal blog: Leonardo e la morte della Gioconda di G.P. Rossi

edito dalla casa editrice Diarkos dal 16 luglio in libreria

SINOSSI

Un manoscritto creduto perduto e misteriosamente ritrovato, due storie legate tra loro. Salai, discepolo indisciplinato del maestro Leonardo, violento e ladro, si trova suo malgrado a investigare insieme a lui sul misterioso avvelenamento di Bianca Giovanna Sforza, presunta modella della famosa Gioconda. Circondati da situazioni oscure e magiche, la loro avventura si dipana in una Milano del 1496, descritta in modo accurato, con i suoi Sestieri e Contrade e in mezzo ai suoi meravigliosi Navigli. Leonardo e Salai scopriranno che dietro a tutto vi è lo zampino della Francia, con il preciso intento di spodestare il Moro e di entrare a Milano, cosa che avverrà nel 1499. A causa di ciò, Leonardo sarà costretto a fuggire e, dopo mille peripezie, dovrà rifugiarsi nella stessa Francia con il suo nuovo discepolo, Francesco Melzi. Qui la Gioconda, ovvero il dipinto di Bianca Giovanna Sforza, sarà la chiave di tutti i misteri, al centro dei quali vi sarà l’oscura presenza della della strega Arima, che continuerà a tormentare Leonardo fino alla mortale resa dei conti.


G.P. Rossi

Lavora nelle telecomunicazioni e, attualmente, si occupa di blockchain, di embedded SIM e di digital Identity. È giornalista pubblicista: scrive su CorCom, testata nazionale che si occupa di information technology media e sat economy. Appassionato di scrittura, ha pubblicato Sherlock Holmes. La Vestaglia della Contessa di Castiglione, Sherlock Holmes e la Sindrome di Abraham de Moivre, Sherlock Holmes e il mistero di Eilean Mòr, nonché diversi racconti. Ha anche pubblicato quattro saggi su argomenti quali digital identity, realtà virtuale, blockchain e realtà aumentata.

 

Precedente Segnalazione nuova uscita: Il mistero della mano mozzata - John Gordon Brandon Successivo I grandi condottieri che hanno cambiato la storia. Le imprese militari di cento straordinari generali - Andrea Frediani

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.