Tolkien e il suo mondo immaginario

 

a cura di Simone Gervasi

Ciao a tutti cari/e tolkeniani/e !
Benvenuti in questo primissimo articolo che sarà dedicato a Tolkien e al suo bellissimo mondo immaginario.
Prima di tutto ci tengo a raccontarvi la mia esperienza, in cui, da che non leggevo niente di Tolkien a che adesso sto diventando un appassionato via via che sto leggendo le sue opere.
Chi di voi legge e ama le opere di Tolkien, saprà di cosa sto parlando, cioè la Tolkien-mania.
Ahahahah la Tolkien-mania colpisce e anche molto bene.
Partiamo dal presupposto che io conoscevo Tolkien, anche se non ho mai letto niente, però un giorno mi dissi tra me e me: “perché non leggere il Signore degli Anelli?”.
Ebbene alla fine partendo, come ben sapete dallo hobbit, a termine lettura sono rimasto soddisfatto di questo romanzo.
Successivamente ho letto il Signore degli Anelli e ora sto leggendo il cuore dell’opera, “Il Silmarillion”.
La prima cosa che mi viene da dire sul Silmarillion è la complessità di questa opera, sia per quanto riguarda il linguaggio che dal punto di vista cronologico della storia di Arda.
Bando alle discussioni lunghe, oggi, in questo articolo parleremo proprio di Arda!

Chi si è fermato alla lettura del Signore degli Anelli saprà che, il romanzo è ambientato in un continente di Arda (Terra) “la terra di mezzo”, la quale ha suscitato durante le letture dello Hobbit e del Signore degli Anelli, moltissime domande.
Una tra le prime domande che mi ero posto, guardando ovviamente la mappa della terra di mezzo, ma dove è situata la terra di mezzo e dove si trovano le terre immortali?.
Ovviamente non avendo ancora letto il Silmarillion feci fatica a riguardo, visto e considerato che una mappa di Arda non esiste.
Però cari/e tolkeniani/e dopo un attenta ricerca, sono riuscito a trovare una mappa ben fatta di Arda, la quale andrò a spiegare tra poco.

Per chi non conoscesse Arda è il nome della terra che venne creata da Eù o Unico ” in Elfico chiamato Iluvatàr e dagli uomini Dio”.

Nell’immagine qua sopra, potrete trovare dei continenti, di cui uno sommerso che andremo ad analizzare nei prossimi articoli.
Quello che mi interessa di più e farvi capire dove si trovano le terre immortali.
Nella parte più sinistra della mappa, potrete trovare la terra di Anmar, chiamato anche il Reame Benedetto o Terre Immortali.
Nelle terre immortali troverete i monti peleori, i quali furono innalzato affinché i Valar e i Maiar si proteggessero da Melkor.
Inoltre vi sono altri luoghi importanti come le sale di Mandos, gli alberi di Valinor, Valmar e via dicendo.

Nella prima parte del Silmarillion Ainulindale, chiamata anche la musica degli Ainur, viene spiegata la creazione di Arda.
Eú o Iluvatàr creò gli Ainur (la progenie dei santi) e gli propose un tema musicale, loro incominciarono a cantare, ma una musica si faceva via via più stridente, questa proveniva da Melkor, un Ainur molto potente e sapiente, ma la musica era troppo in contrasto con il tema proposto da Iluvatàr.
Quindi tolkeniani/e immaginatevi un Iluvatàr che nelle sale del tempo creò la nostra terra attraverso la musica.
Infatti se ci pensiamo bene la musica la si ottiene attraverso la costruzione di una o più note, ma se viene a mancare una determinata nota, qualcosa non torna.
Questo è quello che accadde nella musica degli Ainur.
Gli Ainur decisero, una volta creata Arda, di scendere in essa e incominciare a modellarla secondo i progetti di Eù, ma nella mente di Melkor si affacciò la volontà di assoggettare tutti al suo potere e di creare una terra, di cui lui sarebbe stato il signore.
Ecco che compare la nota che crea la discrepanza nella musica degli Ainur.
Una volta scesi in Arda, gli Ainur vennero chiamati i Valar cioè i poteri del mondo e incominciarono a modellarla, ma si accorsero che Melkor distruggeva, criticava e invidiava tutto quello che gli Valar creavano.
I Valar erano nove di cui sette re e sette regine, iniziarono a vestirsi e a prendere forma più umana a seconda della loro personalità e mano a mano che le ere passavano la terra veniva modellata.
Infine scesero anche i Maiar che erano i fratelli minori dei Valar.
Ho detto che i Valar erano nove, di cui sette re e sette regine, infatti uno non verrà più pronunciato perché sarà Melkor.

Qui sopra vi posto una illustrazione fatta da un fan-Tolkien che rappresenta i Valar e i Maiar in sembianze umane.
Allora cari/e tolkeniani/e siamo arrivati alla fine di questo articolo.
Spero che via sia piaciuto e che sopratutto abbiate imparato qualcosa di nuovo del mondo di Tolkien.
Inoltre ci tengo a dirvi che il mio intento è quello di divulgare il suo mondo a tutti, affinché lo si possa apprezzare o rivalutare, nel caso non si sia letto niente a riguardo.
Buona giornata a tutti quanti Tolkienani/e alla prossima!

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.