Crea sito

L’impero d’acciaio – L’accademia degli dei – Claudio Bolle

Trama
La Roma dell’imperatore Tiberio ha accolto i sette personaggi arrivati fortuitamente dalla nostra epoca e sta per essere scossa alle fondamenta dalle innovazioni che porteranno. La storia come la conosciamo è ormai mutata, ma il seme del cambiamento ha prodotto solo un tenero germoglio: saranno in grado i sette e l’imperatore di farlo diventare un forte albero?Nell’ombra molti tramano per impedirlo, ma dovranno confrontarsi con la fortuna e l’intuito di quello che sta diventando un gruppo molto coeso e determinato.Nuove avventure, nuove trasgressioni, intrighi, attentati e presagi coinvolgeranno i personaggi ormai noti e i nuovi che li affiancheranno, assumendo ruoli di primo piano.In questo secondo libro, come in tutta la trilogia, l’ambientazione e i personaggi realmente esistiti rispecchiano la realtà, aggiungendo una dimensione storica alle avventure dei protagonisti.

Copertina flessibile: 506 pagine
Editore: Lettere Animate (11 ottobre 2017)
Lingua: Italiano
ISBN-10: 8871121619
ISBN-13: 978-8871121611
Peso di spedizione: 730 g

Link d’acquisto: Qui

a cura di Edvige Amelia Marotta

Il paradosso temporale, cioè la possibilità di viaggiare nel tempo, ha affascinato, da sempre, l’umanità ed è stato, spesso, oggetto di studio e curiosità! Questo libro, di natura fantascientifica ma ricco di riferimenti storici molto ben descritti nei dettagli, è il secondo della trilogia “L’impero d’acciaio” di Claudio Bolle ed i nostri protagonisti, catapultati, attraverso un evento straordinario, nel passato della Roma dell’imperatore Tiberio, hanno portato avanti con successo ciò che avevano iniziato e che sperano permetterà loro di raggiungere lo scopo che si erano prefissati una volta intuito che non sarebbero più tornati alle loro vite “future”! I protagonisti (due donne e due uomini italiani, della nostra epoca e tre militari americani della seconda guerra mondiale), attraverso l’utilizzo degli strumenti avanzati del proprio tempo (arrivati assieme a loro) sono riusciti a convincere l’imperatore delle loro buone intenzioni e, attraverso una serie di spiegazioni e racconti di ciò che sarebbe accaduto da lì a poco all’impero romano e al figlio Druso, sono riusciti ad entrare nel cuore di Tiberio e a ricevere la sua completa fiducia ottenendo, anche, il titolo di Senatori! Il loro intento sarà quello di creare un mondo migliore con le conoscenze del futuro, cercando di prevenire la comparsa di eventi che hanno portato alla rovina dell’impero e a tutto ciò che ne è conseguito. Molte saranno le “nuove scoperte” che i nostri protagonisti effettueranno per aiutare il popolo di Roma ad ampliare con successo il proprio dominio. Uno di questi la realizzazione di un’accademia, “L’Accademia degli Dei”, che diverrà la sede in cui si svolgeranno le ricerche scientifiche e i laboratori culturali (musica, pittura, scultura…).
Ma questo secondo libro non è solo un vedere realizzati alcuni progetti da loro iniziati nel primo (“l’invenzione della polvere da sparo”; “l’invenzione del timone”; “l’invenzione della carta”; “l’invenzione dell’aratro”; ecc. con tecniche, ovviamente, rudimentali attraverso gli strumenti dell’epoca ma con la conoscenza del futuro) ma anche la scoperta del perché proprio questi personaggi siano arrivati in quell’epoca e il loro legame di parentela con alcuni che incontreranno nella Roma imperiale! In questo libro si respira l’aria del mistero che ruota attorno alla somiglianza delle nostre protagoniste femminili (Laura e Mara), una con la Dea Freya ritratta in un dipinto presente in un tempio e, l’altra, con una donna del tempo (Marzia) che hanno conosciuto in questo percorso e di cui potrebbe esserne la discendente. Tutto ciò, quindi, fa intuire che non sia stato casuale il loro viaggio a ritroso! Le nostre protagoniste femminili, inoltre, danno esempio di come la donna può essere al pari di un uomo sotto tutti i punti di vista e ciò è molto marcato dal ruolo che esse assumeranno nel corso della storia. In aggunta, entrambe rimarranno incinte ma solo una porterà in grembo il “futuro di Roma”.
I tre militari americani (Sean, Mark e Tom) ancora non decollano definitivamente in questo secondo libro ma si comincia a delineare meglio il loro ruolo all’interno del racconto! L’intenzione dei nostri protagonisti principali è quella, infatti, di creare un ospedale dove Sean, medico militare, insegnerà le conoscenze base della medicina ed un laboratorio di musica dove Mark, musicista, insegnerà la musica “moderna”. Tom si dedicherà all’insegnamento delle armi.
I nostri protagonisti si renderanno, comunque, conto che questo progresso tecnologico potrebbe portare, sicuramente in anticipo, all’inquinamento e di conseguenza cercheranno di escogitare una modalità per evitare di arrivare alla situazione del periodo da cui sono arrivati, parlando della loro preoccupazione all’Imperatore:
“Il progresso tecnologico non può avvenire senza produrre inquinamento, la sfida è fare in modo che questo sia contenuto entro limiti che il pianeta è in grado di assorbire.”
Anche Druso avrà un ruolo più attivo e prenderà coscienza del suo valore e delle sue abilità visto che dovrà divenire, a dispetto della storia reale, il futuro imperatore di Roma! All’interno della storia si legherà sempre più ai nostri protagonisti, di cui diverrà grande amico, e al padre Tiberio che acquisterà sempre maggiore stima del figlio.
A dare ancora più verve al racconto è la comparsa di una setta, composta di sette persone incappucciate, la quale non esiste in nessun libro di testo, a rimarcare un probabile cambiamento della storia dovuto al loro passaggio nel passato! Saranno i componenti di questa setta che cercheranno di mettere i bastoni fra le ruote ai nostri personaggi principali, poiché le loro idee innovative vengono viste come un ostacolo ai loro loschi progetti di far cadere l’impero. Ma un amico dei nostri protagonisti, Quirinius, entrerà come infiltrato all’interno della setta, conquistando la fiducia dei sei componenti preesistenti e fornendo informazioni riguardo i loro complotti.
Riusciranno, quindi, i nostri protagonisti a capire chi si cela dietro i personaggi incappucciati e ad eliminare il pericolo che il loro ideale di un mondo migliore venga distrutto o il destino non si può cambiare e quindi la setta avrà la meglio su di loro ed il percorso ritornerà sui binari del “futuro presente”? Che ruolo avranno i figli delle nostre due protagoniste riguardo al destino di Roma?
Non ci resta che leggere il terzo libro “Il segreto di Vesta” e scoprire il gran finale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.