L’OSPITE DI Amparo Davila tradotto da Alice Ortega – seconda puntata

L’OSPITE DI Amparo Davila tradotto da Alice Ortega – seconda puntata

Eccoci al secondo appuntamento con questo racconto #aspettandohalloween il primo episodio lo trovate a questo link: primo episodio L’ospite Credo che fosse completamente indifferente a Guadalupe, non si avvicinava mai a lei né la inseguiva. I bambini ed io non eravamo altrettanto fortunati. I piccoli li odiava, e quanto a... Continua »
L’OSPITE DI Amparo Davila tradotto da Alice Ortega

L’OSPITE DI Amparo Davila tradotto da Alice Ortega

Racconto a puntate #aspettandohalloween   Non dimenticherò mai il giorno in cui venne a vivere da noi. Mio marito lo portò con sé al ritorno da un viaggio. A quell’epoca eravamo sposati da circa tre anni, avevamo due bambini e io non ero felice. Per mio marito, io rappresentavo qualcosa di... Continua »
La stanza -Fabio Cosio

La stanza -Fabio Cosio

Apro gli occhi. Buio. Dove sono? Come sono arrivato fin qui ma, soprattutto… cosa e dov’è, qui? In testa il sangue mi martella, non so per quale motivo, se perché sono stato colpito o è semplicemente il panico che pompa il sangue nelle vene. Rimane il fatto che aggiunge confusione... Continua »
TOMAS IL BUONO – Fabio Monteduro

TOMAS IL BUONO – Fabio Monteduro

a cura di FABIO MONTEDURO http://fabiomonteduro.site123.me La notte in cui Tomas morì le donne si stracciarono le vesti, i bambini non smisero di piangere, e gli uomini, riuniti nella taverna del paese, bevendo alla sua memoria, non fecero altro che ricordare il gran d’uomo che era. Fuori dalla sua casa,... Continua »
#9 – GENIO INCOMPRESO di Debora Serrentino

#9 – GENIO INCOMPRESO di Debora Serrentino

«È la volta che lo caccio!», si sentì tuonare per tutta la Taverna delle tre lumache. Mastro Gastoldi era un uomo robusto e dall’aria rubiconda con il grembiule bianco perennemente allacciato in vita e solitamente accoglieva gli avventori con un ampio sorriso un boccale di vino buono. Solitamente, perché da... Continua »
#8 – La dama e l’ermellino di Valeriana Maspero

#8 – La dama e l’ermellino di Valeriana Maspero

Cecilia Gallerani, quasi cinquantenne, era ancora molto bella. L’abito di raso carmosino si apriva come la corolla di un fiore su una scollatura tonda dove una catenina di oro sottile terminava con un pendente di perla nell’incavo tra i seni. «Messer Bandello, venite a sedere vicino a me. Ho appena... Continua »
#7 – LO SCHELETRO NEL CASSETTO di Michele Fierro

#7 – LO SCHELETRO NEL CASSETTO di Michele Fierro

Il minuscolo stanzino, semibuio e umido, stava a lato del vestibolo, soltanto due passi sulla destra entrando dopo aver varcato il portone di ingresso. Nelle intenzioni dell’architetto che l’aveva fatto costruire, doveva servire come deposito per i formaggi, lasciati lì a stagionare e a portata di mano dalle cucine lì... Continua »
#6 – Leonardo da Vinci – Il manoscritto di Antonio Borghesi

#6 – Leonardo da Vinci – Il manoscritto di Antonio Borghesi

«Oh Leo, te t’ho già chiamato tre volte. L’è bello che pronto in tavola. ‘Un fa che si raffreddi la zuppa che poi ‘un l’è più bona.» «Oh Monna Caterina, m’interrompete sempre nei momenti cruciali. Voi sapete che se ‘un finisco l’opera mia la resta poi incompiuta per sempre. A... Continua »
#5 – La Vergine di Leonardo – Maurizio Babini

#5 – La Vergine di Leonardo – Maurizio Babini

Osservai la mano di Bartolomeus Scalionus apporre la propria firma sul contratto che mi legava alla Confraternita milanese dell’Immacolata Concezione. Scrisse il proprio nome per primo, con calma come se il dubbio e l’incertezza muovessero la sua mano, nonostante Antonio de Capitani avesse trascritto accuratamente ogni sua richiesta. Per quanto... Continua »