Polvere di Giudea – Claudio Rossi

«Tu vuoi sapere perché dobbiamo essere eliminati? Siamo sempre stati considerati spie, nessuno crede che tu ti occupi di misurare delle strade o delle fortificazioni. In qualche modo siamo finiti nella rete della congiura, e l’eredità di Cesare è immensa!»
La missione che nel 44 a.C. porta uno sconosciuto agrimensore fin nella polverosa ma ricca Giudea non è altro che una copertura: gli interessi di Roma vanno ben oltre i progetti di rifacimento di vecchi forti e caserme. Ma anche l’agrimensore Fausto Quintilio, il suo servo e l’aiutante greco hanno ben altri interessi che eseguire gli ordini ricevuti dal Comando.
Ricchezze di secoli si sono accumulate a Jerusalem e la lotta tra coloro che vorrebbero impadronirsene, in una fitta trama di intrighi e menzogne, non ha confini.
È tra traditori e traditi che Quintilio dovrà cercare la verità per arrivare alla resa dei conti.

Il parere di Jessica Pennini

Un’avventura davvero avvincente ambientata nella Roma repubblicana, dopo le famose idi di marzo, in cui Cesare venne ucciso. In questo libro è presente di tutto: giallo, avventura, viaggi.

La storia con i suoi intrighi mi ha presa fin dall’inizio, facendomi viaggiare da Roma fino a Gerusalemme e sulle sponde del Mar Morto, con numerosi colpi di scena a sorprendermi ogni volta.

La scrittura di Claudio è fluida e scorrevole, riesce a far immergere il lettore nelle atmosfere di quel tempo senza difficoltà.

I personaggi soprattutto Quintilio li ho trovati ben descritti e caratterizzati.

Ho molto apprezzato le note in calce alla storia che aiutano il lettore a fare luce su questo determinato periodo storico e sull’impatto che esso ha avuto nelle scelte politiche che seguirono nella storia di Roma.

Precedente Giuliano e Lorenzo. La primavera dei Medici di Adriana Assini Successivo Dracul di Dacre Stoker e J. D. Barker

Un commento su “Polvere di Giudea – Claudio Rossi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.