Destino-la cattedrale mai esistita Flavio Alberto Albano

Trama

E se nulla fosse come ci appare? E se dietro la realtà ci fosse un deus ex machina? Questo si chiedono i protagonisti della storia, Anne e Dario. Sono una parigina e un pugliese, due vite distanti nello spazio, che a un certo punto si ritrovano a condividere un’avventura nella storia tra Francia e Italia. Alla fine riusciranno a sciogliere alcuni enigmi del loro passato, ma soprattutto arriveranno a scoprire un luogo mai esistito e un segreto sconvolgente sull’umanità… L’opera di Flavio Albano è un thriller che vuole appassionare il lettore con colpi di scena, inseguimenti, ritrovamenti, ma anche lasciare numerosi spunti di riflessione. Il tutto è arricchito da uno che si esprime al meglio nell’omaggio dell’autore alla Puglia, terra di tradizioni, e nella descrizione della città dai mille segreti: la Ville Lumière.

Copertina flessibile: 294 pagine
Editore: Les Flâneurs Edizioni (1 febbraio 2019)
Collana: Maigret
Lingua: Italiano
ISBN-10: 8894990575
ISBN-13: 978-8894990577

a cura di Fabiana Farina

Era da un po’ di tempo che non mi capitava di leggere un thriller con riferimenti storici così entusiasmante.
Nelle sue pagine troviamo un Ordine mondiale che comanda il mondo (come diceva Eco nel Pendolo di Foucault “i templari c’entrano sempre”), assassini, cantine e passaggi segreti, mondi antichi, tesori misteriosi, tecnologie all’avanguardia che non ci sono date a conoscenza, eredità nascoste, una cattedrale che c’è ma non si vede e molto, molto altro, tanto che, alcune cose possono sembrare addirittura assurde.

“ Le cattedrali conservano per secoli le usanze, le preghiere e generazioni di cittadini, sopravvivono nel tempo -immobili e granitiche custodi di storia e di fede-, portando impresse nelle mura le vite di milioni di persone”

Però, ciò che più mi ha colpito è l’ambientazione che si discosta dei soliti luoghi come Roma, Parigi, città del Vaticano e via dicendo.
Questo romanzo si sviluppa tra le vie e nel sottosuolo di Gravina di Puglia, fa qualche tappa a Parigi per poi ritornare a Bari e da lì nuovamente a Gravina, è questo l’ho veramente apprezzato perché mi ha dato la possibilità di conoscere la storia antichissima di questa regione.

“L’importante è porsi delle domande, essere curiosi. Vivere la vita da protagonisti e non da spettatori, anche a costo di sbagliare.”

È un libro di facile lettura, con pochi personaggi ma molto ben delineati e incastrati nella trama e soprattutto così accattivante che si legge tutto d’un fiato.
Ovviamente non manca la caccia al tesoro e i colpi di scena che arrivano a ripetizioni.
La lettura di questo romanzo è consigliatissima. Mi sono proprio divertita a leggerlo.

Precedente Segnalazione dal blog: Luce e oscurità di Joseph R.Meister Successivo #7 - LO SCHELETRO NEL CASSETTO di Michele Fierro

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.